Progetto solidale Un Sorriso per il Buonumore

LOGO-STAMPA--DEF---png           JPG  marchio nuovo completo

 

Edizioni MagicaLibri e Un Sorriso per il Buonumore

Un Sorriso per il Buonumore è un’idea dell’illustratrice Silvana Verduci, un progetto nato dall’omonima raccolta di illustrazioni ispirata all’esperienza di clown di corsia per i bambini in ospedale.

Un percorso emotivo nel quale è maturata la consapevolezza che le cure convenzionali possono essere arricchite di interventi terapeutici con spazi dedicati all’affettività, alla comicità e alla creatività. Aspetti importanti che aiutano a sostenere la sofferenza e a non subirla come unica possibilità del dolore.

Riconoscere il valore della sensibilità di ogni persona, di adulti e di bambini, significa comprendere che la componente emotiva condiziona l’approccio alle terapie, le quali, se gestite in un ambiente accogliente, favoriscono il recupero del vissuto quotidiano e facilitano il processo verso la guarigione.

Il progetto Un Sorriso per il Buonumore sostiene l’umanizzazione delle cure in quei luoghi inseriti in un contesto sociale difficile con risorse economiche insufficienti per investire in strumenti di intrattenimento per i bambini, dove l’attesa per la diagnosi e gli interventi generano impazienza, ansia e paura.

 

Un Sorriso per il Buonumore che cosa può fare?

L’obiettivo è realizzare spazi creativi che possano essere utilizzati anche in assenza delle figure genitoriali o degli operatori volontari.

Spazi dedicati alla lettura e al gioco per liberare l’immaginazione e arricchire la fantasia con le storie e i disegni di autori e di illustratori, angoli creativi e accoglienti dove poter scarabocchiare con i colori e divertirsi con i libri realizzati con materiali diversi e di dimensioni differenti.

Un Sorriso per il Buonumore con chi può collaborare?

Associazioni, fondazioni, cooperative che operano nel sociale per bambini e ragazzi.

Un Sorriso per il Buonumore in quale modo può contribuire a sostenere progetti nel sociale?

  • La vendita degli articoli con il marchio Un Sorriso per il Buonumore: cornici con le stampe della raccolta di illustrazioni dedicate al progetto, segnalibri, quaderni, pupazzetti di stoffa.
  • Libri e calendario dell’omonima collana pubblicata da Edizioni MagicaLibri. www.facebook.com/Magicalibri/
  • Pannelli da arredo per gli spazi creativi (foto 1 e foto 2).

Un Sorriso per il Buonumore dove vuole creare gli spazi creativi?

Ospedali, reparti pediatrici, studi privati per le cure mediche, case famiglia, centri diurni, ecc.

Un Sorriso per il Buonumore comincia così: Lo scaffale libri e colori

Il libro come oggetto di intrattenimento e di conoscenza, di manifestazione del bello e di riflessione attraverso il potere evocativo delle immagini e delle parole.

Presso lo studio dentistico del Dott. Glauco di Giacomo in C.so Amedeo di Savoia, 190 – Quartiere Sanità – Napoli

Referente del progetto il Dott. Vito Silvestri presidente di “I CARE”, associazione che opera nei quartieri Fontanelle e Sanità al fine di contrastare le forme di degrado e di disagio sociale di bambini e ragazzi.

Un Sorriso per il Buonumore ha fornito:  uno scaffale, albi e libri illustrati, libri-gioco, silent book, fogli bianchi, pastelli e pennarelli.

Di seguito la lista dei primi libri acquistati. L’intento è riempire lo scaffale con altri libri.

  • Chi vuole un abbraccio? di Przemyslaw Wechterowicz, ill. di Emilia Dziuback, Edizioni Sinnos;
  • Piccola guida per ecoschiappe di Eliza Saroma – Stepniewska, ill. di Emilia Dziubak, Edizioni Sinnos;
  • Le storie della merla di Fabrizio Silei, ill. di Stefania Manzi, Edizioni Einaudi Ragazzi;
  • Il cavallo magico di Han Gan di Chen Jiang Hong, Edizioni Babalibri;
  • Il palloncino rosso di Iela Mari, Edizioni Babalibri;
  • Essere o apparire di Jorge Lujan, ill. di Isol, Edizioni Terre di Mezzo;
  • La zattera di Olivier de Solminihac, ill. di Séphane Poulin;
  • Gli amanti farfalla di Benjamin Lacombe, Rizzoli Edizioni.

Silent book

  • Orizzonti di Paola Formica, Edizioni Carthusia;
  • La piscina di Ji Hyeon Lee, Edizioni Orecchio Acerbo-

Libri pop up

  • Giochiamo con le forme di James e Francesca Diaz, Gribaudo Edizioni.

 

Per creare un piccolo spazio e accogliente, basta poco. Agli scaffali può essere aggiunto un pannello decorativo. Ecco un esempio in foto. Anche lo scaffale del primo progetto ne avrà uno. È in fase di preparazione (foto 1).

 

 

foto 1
pannello  JPG

Altri esempi

foto 2

tre bimbi per blog 2

Posted in:

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *